Manutenzione e sostituzione delle tapparelle

Manutenzione e sostituzione delle tapparelle

In questa guida ti voglio illustrare alcune delle attività possibili per la manutenzione fai da te delle tapparelle di casa.

Nel caso le tue tapparelle siano vecchie, rovinate o peggio ancora rotte, è necessario sostituirle con un modello nuovo, magari di un materiale più leggero e robusto.

La prima cosa da fare, prima di iniziare qualsiasi intervento di sostituzione, è misurare la larghezza del fondo guida, questo ci aiuterà a scegliere la nuova tapparella, fatto questo bisogna passare alla rimozione di quella vecchia, per farlo basta aprire il cassonetto e togliere i tappi esterni posti all’estremità inferiore, abbassare la tapparella e sganciarla completamente dal rullo.

Sfilatela dal cassonetto e smaltitela tra i rifiuti in base alla tipologia di materiale con cui è realizzata.

Una volta acquistata la nuova tapparella bisogna rifare l’operazione precedente esattamente al contrario, dovete srotolarne quanto basta per l’inserimento nel cassonetto, agganciatela ai centini, fate le misure e rimuovete eventuali stecche in eccesso, fate due fori nella prima stecca, avvitare i tapi di plastica per l’arresto, richiudete il cassonetto ed il gioco è fatto.

Il mercato oggi offre diverse tipologie di tapparelle realizzate in plastica, pvc, legno, alluminio, ferro, acciaio, con sistemi di sicurezza, motorizzate, queste ultime sono molto comode ed esistono diversi kit che permettono di trasformare le tapparelle classiche in una versione più moderna motorizzata.

Tapparelle motorizzate

Le tapparelle motorizzate permettono l’apertura e la chiusura in modo semplice, senza forzi, basta premere un tasto o girare una chiave per vedere aprirla o chiuderla automaticamente.

Il mercato di oggi offre centinaia di marche diverse che si distinguono per caratteristiche e prezzi, ad un costo ragionevole si possono portare a casa modelli robusti ed efficienti dalla lunga durata nel tempo.

Esistono inoltre kit per la motorizzazione delle tapparelle standard, grazie questi con un po’ di fai da te si possono installare in casa e trasformare le vecchie tapparelle in un modello motorizzato.

Chi è più pratico può seguire le istruzioni fornite in ogni kit, montare autonomamente il motore, agganciare le tapparelle e mettere in funzione il tutto.

Basta munirsi di una scala e smontare il rullo, montare il nuovo supporto per il motore, misurare la distanza tra i supporti, fare scorrere la corona sulla testa del motore, inserire e fissare la ruota nel perno motore, verificare il corretto inserimento ad incastro della corona, inserire il motore nel rullo, inserire la prolunga telescopica, montare la calotta e inserire il rullo nei supporti, agganciare la tapparella al rullo con i centini, collegare i cavi di alimentazione come da manuale e fissare l’interruttore al muro, regolare il fine corsa alto e chiudere il cassonetto.

Questa è la procedura standard, se non siete in grado di eseguirla da soli contattate un tecnico esperto.

Come sostituire la cinghia delle tapparelle

La cinghia della tapparella è tra le parti che più si usurano e si sporcano, per sostituirla per prima cosa bisogna aprire il cassonetto quindi rimuovere la cinghia da sostituire staccandola dal rullo a cui è fissata, con entrambi le mani praticare una torsione sul rullo, questa porta la tapparella a riavvolgersi completamente.

Utilizzando un cacciavite lungo o un altro utensile come freno, bloccare la tapparella alzata, quindi assicurare l’estremità della nuova cinghia al rullo della tapparella, rimuovere il fermo e lentamente far scendere la tapparella in modo che la cinghia si arrotoli sul rullo.

Svitare il porta rullo che si trova all’estremità inferiore della cinghia e rimuovere quella vecchia, quindi rivolgere il piccolo rullo in senso inverso rispetto a quello di avvolgimento della tapparella, tenendo fermo il rullino fissare la nuova cinghia, posizionare il rullino nel muro con le apposite viti rimosse in precedenza.

Se non siete abili con il fai da te il mio consiglio è di affidarsi ad un esperto che sappia cosa si deve fare.