Profumi da uomo: perché non usarli?

Profumi da uomo: perché non usarli?

Nel contesto del mondo odierno qualcuno potrebbe credere che usare i profumi da uomo sia fuori luogo, del resto, nessuno vuole odorare in maniera inadatta (e talvolta persino molto forte) tanto da catturare le attenzioni delle rappresentanti del gentil sesso ed essere al centro delle attenzioni.

A quanto sembra, però, tali paure, – se così li si vuol chiamare, – non sono solo infondate, ma pure completamente sbagliate.

Ogni uomo, difatti, proprio all’interno della sua stessa psiche vorrebbe avere le attenzioni femminili, vorrebbe pavoneggiarsi, essere sempre al centro delle attenzioni altrui, brillare e un buon profumo non fa che aiutarlo in questo.

Tipi dei profumi da uomo.

Per esempio, i profumi uomo si suddividono in quelli molto intensi e quelli più morbidi, a ogni uomo il suo profumo, insomma ed è anche vero il fatto che secondo alcuni esperti in materia, il profumo debba corrispondere al carattere maschile.

A quelli più infuocati, agli uomini più dinamici si consiglia di regalare dei profumi forti, in grado di essere sentiti, di contrastare.

Ai maschi più intellettuali, invece, vengono consigliati dei profumi più leggeri, calmi, con meno contrasti. I profumi legnosi, quindi, ma anche quelli marini da preferire per i caratteri ponderati.

Profumi del bosco, della natura selvaggia, dell’oceano o in generale di tutti quei aromi molto forti, per gli uomini dalla personalità movimentata, dinamica, veloce.

Le particolarità dei profumi.

I profumi hanno un sacco di caratteristiche che un comune osservatore non percepisce nemmeno. Si spazia dal miscuglio dei diversi aromi, passando per la loro intensità e durata, per finire con quella particolarità specifica di ogni profumo.

Nella maggior parte dei casi bisogna utilizzare solo un piccolo spruzzo del profumo. In altri casi ci si deve spruzzare sul proprio corpo di più.

Ogni profumo che si rispetti dev’essere composto da un totale che va dai 30 agli 80 cosiddetti elementi profumati.

Questi vengono scelti da più di 200 essenze naturali profumate provenienti da tutto il globo e da più di 2000 elementi naturali profumati di natura sintetica realizzati in laboratorio.

Inoltre i profumi, indipendente se naturali o sintetici, vengono divisi in base al grado di diluizione. Così esiste l’Eau de Solide fino a 1% di diluizone, quindi quelli da 3-5% da 6-9%, l’Eau de Parfum la cui diluizione va ai 10-14% e l’estratto di profumo, la cui composizione va dai 15 ai 30% talvolta arrivando persino al 40%.

Gli elementi base di un profumo.

Indipendentemente se si tratti di un profumo moderno o vecchio, che sia maschile o femminile, debole o forte, gli ingredienti sono quasi sempre gli stessi.

Di base l’alcool, presente in ogni profumo per dargli volubilità, quindi l’olio, in cui vengono disciolte le sostanze profumate di base.

Al posto di queste, nell’olio possono venir disciolte sostanze sintetiche di vario genere.

Tutt’oggi sono in corso nuovi studi e nuove ricerche per scoprire materiali profumati sempre nuovi e adempire alla curiosità di tanti collezioni che fanno della varietà dei profumi un mestiere cercando di collezionarli tutti.

La scelta di un profumo da uomo.

Come è già stato accennato, ogni uomo deve scegliere il profumo adatto al proprio carattere, allo stile della propria vita, per sottolineare la propria eleganza o la sua dinamicità.

Tuttavia, un profumo può essere selezionato anche in base all’effetto che si vuole avere.

Così esiste una catalogazione per soglie, che permette di suddividere i profumi base alle intensità.

La prima soglia di un profumo è quella d’effetto, quanto le persone vicino percepiscono il profumo in maniera molto lieve.

Quindi esiste la soglia della percezione: il profumo crea una certa atmosfera, un’aura invisibile intorno alla persona.

La terza soglia è quella di riconoscimento, essa permette di percepire il profumo così bene da riconoscerlo e definirlo.

Alla soglia del piacere si sente il profumo così bene da ammirarlo, appunto.

Gli ultimi due livelli della percezione sono anche quelli definiti come inadatti.

La soglia dell’eccesso, difatti provoca una reazione troppo forte, tanto che gli altri percepiscono la volontà d’invadenza.

La soglia di fuga è l’ultima: è quella che potrebbe costringere le persone interessate a provocare una reazione spontanea di fuga e di allontanamento, meglio quindi non esagerare con il profumo.

Specialmente se si vuole raggiungere un risultato moderato. I profumi più utilizzati, perciò, sono quelli di media intensità.

E il costo dei profumi maschili?

Questo varia in base a diversi fattori, tra cui la fragranza stessa, ma anche il produttore, la quantità del profumo nel contenitore, la diluizione e altri.

In via generale, i profumi importati costano più di quelli realizzati nel Bel Paese, in casi più specifici, se alcuni profumi sono prodotti in Paesi del terzo mondo, il loro costo può essere inferiore a quello di profumi realizzati direttamente in Italia.