Serie A. La corsa all’Europa passa dalla 28ª giornata

Serie A. La corsa all’Europa passa dalla 28ª giornata

Tutto pronto per l’anticipo della giornata numero 28 della serie A, che comincia col botto. La Juventus ospita il Milan per una sfida che da una parte vuol dire allungare ancora di più sulla seconda, una Roma in crisi, e dall’altra continuare l’ottimo cammino di Montella e i suoi ragazzi, che arrivano da 5 risultati utili consecutivi dopo un mese di gennaio da dimenticare. Di solito è una gara aperta a ogni risultato, ma a Torino è per tutti un’impresa espugnare lo Stadium, come dimostrano anche le quote delle scommesse sul calcio dei siti specializzati. La Juve, infatti, non perde e non pareggia in casa dal settembre del 2015. Un anno e mezzo di vittorie, 30 in totale, che mettono il punto a una striscia da record. Un fortino che il Milan cercherà di conquistare pur con tanti problemi di formazione. All’andata fu una rete di Manuel Locatelli a mettere il sigillo sulla vittoria milanista in un San Siro stracolmo. Alla Juve mancheranno Cuadrado per squalifica e Chiellini per infortunio. Al Milan, Kucka in dubbio e non partirà titolare. Sosa in cabina di regia e Locatelli in panchina. Idea Montella che vira sulla difesa a 3, con Romagnoli terzino sinistro.

Ma il 28º turno è anche il giorno del derby della Lanterna. A Genova, la due rivali storiche si affrontano per la stracittadina numero 68, con i numeri che al momento sorridono ai blucerchiati: 25 i successi contro i 17 dei rossoblu e 25 anche i pareggi. Il Genoa arriva da un cambio panchina inaspettato dopo l’esonero di Juric. Ora a guidare il gruppo è Mandorlini, che ha portato a casa un pareggio contro il Bologna e una vittoria nello scorso turno contro l’Empoli. Nove i punti in meno rispetto ai cugini, che sono a metà classifica a quota 38.

Una Roma in crisi di risultati ospita un Palermo dalla nuova faccia societaria. Finita la travagliata era Zamparini, i rosanero sognano ora con un presidente giovane e motivato, Paul Baccaglini. Capitolo Napoli: gli azzurri arrivano dalla sconfitta pesante al San Paolo nel ritorno degli ottavi di Champions League contro un Real Madrid che non ha fatto sconti, stesso 3-1 dell’andata. La squadra di Sarri esce ridimensionata da un sogno che ha accarezzato per mesi. Non è bastato uno stadio unito e passionale a dare la carica giusta. Sarà il Crotone la prossima avversaria e serve una vittoria per dimenticare.

La Lazio affronterà il Torino in una della gare più interessanti di questo turno. Nel posticipo serale di domenica la squadra di Inzaghi cercherà di legittimare un cammino che per ora profuma di Europa. Di contro, la squadra di Mihajlovic cercherà di mettere in pensiero la retroguardia biancoceleste col capocannoniere attuale della serie A, un Andrea Belotti che non sembra avere intenzione di fermarsi. Scontro in chiave europea anche quello che andrà inscena al Meazza tra Inter e Atalanta, vera rivelazione dell’anno. Gasperini guida un gruppo compatto e pieno di talenti, mentre i nerazzurri vogliono continuare la scalata a un posto in Champions League, unico obiettivo rimasto alla squadra di Pioli. Occhi puntati sulla Fiorentina che ospiterà il Cagliari. Sousa si gioca le sue ultime cartucce per uscire da una serie di risultati non esaltanti nelle ultime 5 giornate.