Broker Plus500: come utilizzare gli indicatori

Broker Plus500: come utilizzare gli indicatori

Plus500 è uno dei migliori broker online europei. Grazie alla sua piattaforma di trading evoluta sono oltre 70 mila i traders che ogni giorno investono sui mercati finanziari con grande successo. Oltre a fornire strumenti e servizi molto professionali per operare su valute, materie prime e azioni, Plus 500 offre una vasta gamma di indicatori.

In questa guida ne andremo ad analizzare 2 particolarmente efficaci in questi contesti di forte volatilità che stanno caratterizzando le borse nel corso di quest’anno.

Plus500 e l’indicatore MFI

Il trading online è riuscito a consolidare la sua posizione, all’interno della finanza mondiale, grazie ad un meccanismo di semplice fruizione che accontenta ogni tipo di attitudine votata all’investimento. Per quanto facile ed estremamente intuitiva, però, la meccanica di base del trading online nasconde delle insidie dettate, in larga parte, da quella che è la caratteristica principale dell’economia globale, ovvero la volatilità finanziaria; al fine di prevedere gli imprevedibili, quanto frequenti, cambi di direzione di qualsivoglia trend merceologico, occorre colmare le proprie lacune conoscitive ed impiegare, all’occorrenza, i molteplici strumenti forniti dal trading online stesso.

Fra le aree di investimento selezionabili attraverso il trading online, c’è quella relativa al Forex, un settore in cui qualunque trader può scegliere un determinato rapporto valutario tra due delle più importanti monete estere attualmente in circolazione e augurarsi che il margine speculativo che ne seguirà sia in grado di fornirgli il profitto sperato. Ma come in questo ambito, la volatilità la fa da padrona, ergo diventa indispensabile munirsi di tutto il necessario per scovare eventuali falle del trend prescelto e agire di conseguenza a partire proprio da un broker professionale come plus500. Un’operazione attenta e certosina, quindi, per non andare incontro a delle sonore, quanto deleterie, perdite finanziarie.

Uno degli indicatori più impiegati in tal senso è l’MFI (Money Flow Index), un applicativo studiato per identificare i punti di ingresso o di uscita su qualsiasi strumento del mercato: vien da sé, quindi, che tale oscillatore può essere applicato ad ogni branca del trading online, CFD e opzioni binarie inclusi. L’MFI presenta valori di ipercomprato e ipervenduto (come l’RSI), e il suo calcolo frazionario consente di ottenere il prezzo tipico del periodo contemplato, che anziché essere formato solo da chiusure, come fanno la maggior parte degli oscillatori, viene calcolato sulla media dei prezzi massimi, minimi e chiusure. Insomma, i requisiti cardine per avere tutto sotto controllo.

Qualora si volesse avere una panoramico più approfondita sugli indicatori, gli oscillatori, le bande, i grafici e molto ancora, si può puntare all’offerta multimediale garantita dai broker online come plus500, piattaforme di intermediazione nate per soddisfare ogni tipologia di esigenza clientelare, dalla formazione continua ai bonus di guadagno con percentuali stratosferiche.

Plus500 e l’indice ATR

La poliedricità del trading online si compone di un gran numero di caratteristiche tecniche e teoriche che semplificano, di gran lunga, qualunque tipologia di transazione finanziaria posta in essere. Trader esperti o principianti, quindi, possono contare su un elenco pressoché sconfinato di opportunità mediante le quali è possibile raggiungere dei sensazionali traguardi economici. Ad ogni modo, conoscere a fondo ogni singolo strumento del trading online è un’operazione che richiede tempo e pazienza; tuttavia, con la giusta dose di impegno, e la necessaria applicazione sul campo, nessuna meta sarà preclusa ed ogni sogno potrà trasformarsi in una felice realtà.

Una delle branche del trading online riguarda il Forex, un segmento operativo in cui si effettua un determinato investimento su un’apposita coppia valutaria affinché il margine speculativo che ne segue sia particolarmente redditizio. Al fine di aumentare la propria probabilità di vincita, è opportuno ricorrere agli indicatori di analisi tecnica, strumentazioni grafiche e statistiche in grado di fornire tutte le informazioni necessarie per proseguire lungo quel determinato trend o cambiare incontrovertibilmente la rotta. Insomma, un arsenale tecnico che garantisce notizie aggiornate, in tempo reale, su qualsivoglia asset merceologico contemplato dal trading online elevando all’ennesima potenza ogni singola sessione finanziaria.

Uno degli indicatori più usati sulla piattaforma di trading di plus500 è l’ATR (Average True Range), un supporto di misurazione della volatilità del mercato usato in concomitanza con altri indicatori simili per fornire, all’utente di turno, una chiave di lettura semplice ed immediata. Nello specifico, l’ATR definisce il più grande valore tra: differenza tra massimo e minimo nel periodo corrente; differenza tra il valore assoluto del massimo del periodo contemplato e chiusura del periodo antecedente; differenza tra il valore assoluto del minimo del periodo corrente e la chiusura definitiva del periodo precedente. Eseguendo dei facili calcoli frazionari, si può ottenere un quadro di riferimento che non lasci nulla al caso. In questo modo, grazie agli strumenti di trading della piattaforma di plus500 si possono ottenere dei risultati davvero molto interessanti in termini di profitto.